Sabato 21 novembre allo Sweet Bunch/Riflessioni femministe sull’epidemia del nostro tempo

RIFLESSIONI FEMMINISTE SULL’EPIDEMIA DEL NOSTRO TEMPO: l’assoggettamento volontario

con Nicoletta Poidimani ed Elisabetta Teghil coautrici in  <KRISIS.Corpi, confino e conflitto>                  ( ed.Catartica 2020)

organizzato da SweetBunch via Casilina 283/A Roma

<Importante non è soltanto ciò di cui parliamo, ma anche come e perché decidiamo di parlare> bell hooks

[…] Secoli di sperimentazione sulla pelle delle bambine/adolescenti/donne hanno costituito un vero e proprio laboratorio delle forme di sfruttamento, controllo, repressione e reclusione tipiche della modernità capitalista-dalla schiavitù al colonialismo e alle prigioni, dai manicomi ai lager per immigranti. Dispositivi che hanno spianato la strada alla costruzione della paura e alle conseguenti politiche di confinamento coercitivo che hanno caratterizzato il grande esperimento sociale dissimulato sotto il nome di “emergenza covid”[…]

[…] La società tutta è stata patriarcalizzata. E’ stata definita una riorganizzazione d’importanza storica. Si tratta di un progetto di generale riorganizzazione sociale con un respiro di ampiezza strategica. L’impianto discorsivo si avvale di un’impostazione filosofica la cui finalità esplicita non è una soluzione temporanea dei problemi che travagliano la società nell’immediata emergenza, bensì una ristrutturazione che sposti a un livello più alto di forza e di stabilità i rapporti di produzione e il comando capitalistico[…]

This entry was posted in 25 novembre, Autorganizzazione, Capitalismo/ Neoliberismo, Iniziative ed Eventi, Violenza di genere and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *