Udine /perquisizione a casa di una compagna!

Udine/perquisizione a casa di una compagna

COMUNICATO

Ieri 20 ottobre una nostra compagna ha subìto nella sua casa una perquisizione da parte della Digos di Udine. Gli sbirri si sono presentati nell’abitazione situata nell’amena campagna friulana poco dopo le 7 del mattino, già con la videocamera accesa, a riprendere stanze, muri, arredi e effetti personali della compagna, alla ricerca di un volantino.
Un ignobile e arbitrario pretesto (oltre che per intimidire) per raccogliere dettagli e caratteri antropometrici, per profilare possibili nemiche e nemici dello Stato di dominazione militar-vaccinale attualmente in vigore. La compagna ha prontamente ottenuto che le riprese cessassero, il volantino non è stato trovato, gli sbirri si sono portati via il portatile della compagna.

Il volantino in questione è stato diffuso nel piccolo centro friulano dove la responsabile sanitaria del carcere di via Spalato di Udine svolge la professione di medico di base, e in esso si rappresentava il degrado sanitario che regna in quella galera, nel più totale disinteresse dell’area medica.

La repressione non è un’illegittimità, commessa per distrazione da qualche ufficio di commissariato periferico, ma la precisa continuazione di un rapporto di dominazione, ci è stato spiegato anni fa. Chi reprime deve aspettarsi come risposta una sola cosa: la lotta!

Udine-Trieste, 21 ottobre 2021


Assemblea permanente contro il carcere e la repressione FVG
liberetutti@autistiche.org

Associazione “Senza sbarre”
c.p.129, 34121 Trieste

Pubblicato in Carcere, Comunicati, Movimenti, Repressione | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Autodeterminiamo l’informazione e la prevenzione

AUTODETERMINIAMO L’INFORMAZIONE E LA PREVENZIONE

di Nicoletta Poidimani

Prevenire è meglio che curare, dice un vecchio proverbio quanto mai attuale…

Un buon sistema immunitario è la prima garanzia per il mantenimento della propria salute, soprattutto se capiamo a fondo che il nostro sistema immunitario siamo, in primis, noi stesse e non qualcosa che è altro da noi. Cerchiamo allora di partire dal covid per andare oltre e ritrovare noi stesse e le nostre difese immunitarie.

Non sono medico né operatrice sanitaria e non intendo improvvisarmi ‘esperta’ di alcunché: mi è sufficiente esserlo di me stessa!

Le informazioni che trovate in questo post provengono da saperi, pratiche ed esperienze consolidati (talvolta millenari!) ma censurati, quando non apertamente derisi, dalla narrazione dominante al solo scopo di ingrassare i portafogli delle big pharma e dei loro fedeli servitori.

Di seguito troverete Guarire dalla paura: il racconto di «un’infermiera, che vive in una valle piemontese, e che nell’ultimo anno e mezzo si è spesa senza sosta – insieme a diversi colleghi e colleghe – nel cercare di dare una mano a chi, ammalatosi di covid, si è trovato abbandonato dal servizio sanitario nazionale», e che ha salvato molte persone applicando il protocollo di cura di IppocrateOrg.

Troverete anche il punto di vista di alcune cosiddette medicine non convenzionali.
Chi pensa che si tratti di ciarlatani/e, smetta immediatamente di leggere e vada pure da Burioni & C. E buona fortuna!

Nel sito di Nunatak trovate estratti dal numero 61 che riguardano l’intervista Guarire dalla paura (registrata e trascritta), nonché il “protocollo di prevenzione e cura” stilato da una naturopata e pubblicato sullo stesso numero della rivista. Continua a leggere

Pubblicato in Autodifesa femminista, Autorganizzazione, Violenza di genere | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Una prospettiva sulle mobilitazioni contro il Green Pass a Trieste

di alcune compagne e compagni di Trieste

ilrovescio.info

Premessa

Scriviamo questo contributo per provare a mettere nero su bianco l’esperienza che stiamo facendo da aprile, ed in particolare nell’ultimo mese e mezzo, all’interno del movimento contro il Green Pass a Trieste, sperando possa essere utile per il dibattito.

Si tratta di un percorso che, per quanto ci è noto, ha acquisito una serie di specificità che lo differenziano da alcune altre piazze calde nel resto d’Italia, o che perlomeno lo smarcano da una lettura univoca, soprattutto adottando un punto di vista militante. Dopo i recenti fatti romani, infatti, è ritornata ad imporsi su tutto il movimento contro il lasciapassare verde l’ombra di un’egemonia fascista o comunque la sua interpretazione come un fenomeno piccolo borghese, assimilabile alle piazze dei commercianti per le riaperture, organizzate nell’ultimo anno e mezzo.

Qua a Trieste, invece, abbiamo intravisto e attraversato delle potenzialità nuove, che danno forma ad un movimento per certi versi assimilabile ai gilet jaunes francesi, con una forte connotazione di classe e ben distante dalle derive destrorse che dominano la narrazione mediatica. Non si tratta di negare l’esistenza – in potenza – anche di queste derive, ma al contrario di aprire la complessità di questo movimento, senza ridurla ad un ammasso confuso di pulsioni egoiste, facile preda di gruppi neofascisti e della destra aperturista.

Nascita

Dalla primavera del 2021, e per tutta l’estate, si sono susseguite a Trieste diverse piazze che hanno messo in discussione la “verità sui vaccini” e finanche l’esistenza stessa – o la nocività – del virus Sars-Cov2. Diffuse prevalentemente tramite messaggi nelle chat, queste manifestazioni sono state organizzate, di volta in volta, da gruppi come il Movimento 3v (partito nato per opporsi agli obblighi vaccinali che proprio qua a Trieste ha visto il miglior risultato alle recenti elezioni comunali, guadagnando il 4,5 % dei voti – anche se con affluenza bassissima del 45%), o dall’Associazione Alister, storico presidio locale impegnato nella critica ai vaccini.

Alcune di queste piazze – tuttavia – ci hanno colpito per composizione e discorsi all’opera, anche perché convocate da realtà parzialmente diverse e non completamente sovrapponibili ai due gruppi citati. Per citarne alcune, il No Paura Day Trieste del 2 maggio 2021, le svariate manifestazioni dei sanitari contro l’obbligo vaccinale per gli operatori del settore (svoltesi nei sabati tra aprile e maggio), la piazza sulle cure domiciliari precoci del 19 agosto e, infine, anche se non cronologicamente, le camminate/fiaccolate contro il coprifuoco dell’aprile-maggio 2021, in cui diverse centinaia di persone hanno deciso di sfidare questa misura da stato militare. Si è trattato di momenti in cui abbiamo notato una composizione trasversale, complessivamente una partecipazione molto ampia (nell’ordine delle migliaia di persone: numeri importantissimi, per una città come Trieste), e una serie di ragionamenti (non tutti, ovviamente) estremamente seri e articolati, che certamente non miravano a “buttare in vacca” il discorso sulla pandemia e la sua gestione, tentando, invece, di mettere a fuoco alcune critiche – a nostro dire più che legittime – rispetto al pensiero unico sul Covid ed il vaccino.

Al tempo stesso, abbiamo notato che i partecipanti a queste piazze, in molti casi, anziché essere gli ignoranti novax di cui ci parlavano i giornali, si scoprivano molto inclini alla riflessione critica, ascoltavano gli interventi con grande attenzione: insomma, stavano lì anche per informarsi attraverso canali alternativi, e, con loro, lo stesso facevano anche quelli/e di noi che le frequentavano. Continua a leggere

Pubblicato in Autorganizzazione, Movimenti | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Ieri al Porto di Genova/Varco Etiopia

Pubblicato in Autodifesa femminista, Autorganizzazione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sassolini…

Antifascismo fuori tempo massimo

Nicoletta Poidimani

Particolare del murale dedicato alle partigiane Gina Galeotti Bianchi (nome di battaglia: Lia) e Stellina Vecchio (nome di battaglia: Lalla) nel quartiere Niguarda di Milano

Ma tu guarda: ci voleva l’assalto squadrista di sabato scorso perché cigiellini & C. si accorgessero che ci sono ancora in giro i fascisti e ne approfittassero per spostare l’attenzione dall’estensione, il 15 ottobre, del vessatorio lasciapassare verde in tutti i luoghi di lavoro indicendo per il giorno successivo un corteo – ohibò! – antifascista.

Dov’erano questi “sincerissimi democratici” quando Giorgio Almirante – noto antisemita ed ex capo di gabinetto del fascista MinCulPop, autore (tra l’altro) del Viaggio razziale per l’Italia pubblicato a puntate sulla «Difesa della razza», poi repubblichino e, ancora, fondatore e segretario, nel dopoguerra, del neofascista MSI – sedeva comodamente in parlamento?
Dov’erano quando, dopo la sua morte, le istituzioni locali gli hanno cominciato a dedicare strade e piazze?

E dov’erano quando Dax (2003), Renato Biagetti (2006) e Nicola Tommasoli (2007) (per dirne solo alcuni…) venivano ammazzati e noi scendevamo in piazza con la rabbia antifascista nel cuore?

Dov’erano quando, nel 2006, Forza nuova cercò di bloccare il Pride di Catania «con l’assenso del prefetto, del questore e dei più alti dirigenti della Digos» e noi supportammo i compagni e le compagne catanesi rispondendo con un Orgoglioso antifascismo?

Dov’erano tutte le volte che i neofascisti hanno teso agguati armati contro donne e uomini immigrati – di cui la strage di Firenze del 2011 e l’attacco di Macerata del 2018 non sono che due casi esemplari?

Dov’erano quando la canaglia nera organizzava presidi antiabortisti fuori dagli ospedali, coi suoi degni compari cattolici integralisti? E quando questa stessa canaglia stilava il proprio patto di sangue con la Lega?

Semplice: erano comodamente seduti sulle loro poltrone ad infamare l’antifascismo militante mentre concertavano allegramente, con lo stesso kapitale fautore della controrivoluzione preventiva, l’addomesticamento – quando non l’affossamento – delle lotte di lavoratori e lavoratrici sempre più precarizzati, ricattati e vessati.

La lista delle aggressioni neofasciste è lunghissima (si veda qui) e tutti costoro, col loro recente quanto dubbio singulto antifascista accompagnato dalle pacche sulle spalle col kapitale e i suoi più letali rappresentanti, non meritano un minuto in più del mio sacro tempo.

Pubblicato in Antifascismo | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il neoliberismo è il fascismo di oggi

“Linea di demarcazione”

“….RESISTI RESISTI RESISTI…Resistenza è quando faccio in modo che ciò che non mi sta bene non accada più”  REFE,Relazioni Femministe-Digitalis Purpurea-dicembre 2012-Liberamente ispirato a “Disoccupate le strade dai sogni” di Alois Prinz

Abbiamo letto un po’ in giro che essere antifasciste/i oggi significa tracciare una linea di demarcazione netta. Ma tra chi? Tra che cosa? Ci sono i fascisti che si dichiarano apertamente tali, come Forza Nuova, CasaPound e via discorrendo che hanno alzato la cresta, così sembra, e vanno in giro a manifestare, a picchiare come è loro costume chi con loro non è d’accordo. C’è il fascismo di Salvini che non si dichiara apertamente tale ma che rappresenta il comune sentire di una parte di popolazione reazionaria, intollerante e razzista.  Poi c’è il fascismo neoliberista che si è incarnato in questi anni e continua ad incarnarsi nel PD, annessi e connessi, che è quello che ha costruito con pervicacia, in un lungo percorso, un’egemonia culturale basata sulla prevaricazione nei rapporti interpersonali e lavorativi, sul darwinismo sociale, sulla violenza razzista e neocoloniale delle guerre “umanitarie”,  sulla violenza razzista e classista della guerra tra poveri, sulla delazione dei cittadini come valore,  sul controllo sociale serrato e debordante,  sulla militarizzazione dei territori, sui campi di internamento e sulla trasformazione poliziesca dei servizi sociali. E che ha operato lo sdoganamento e la rivitalizzazione del fascismo in orbace attraverso la fascistizzazione del comune sentire […]

continua a leggere qui: https://coordinamenta.noblogs.org/post/2019/05/16/riflessioni-femministe-sullantifascismo/

Pubblicato in Antifascismo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sta andando in onda Zardins Magnetics di giovedì 14 ottobre

E’ in onda Zardins Magnetics di Giovedì 14 ottobre 2021

 su Radio Onde Furlane, dalle ore 20 alle 21 e 30 circa.

FM 90.0 MHz https://radioondefurlane.eu/
https://www.facebook.com/radiazioneinfo/
https://zardinsmagneticsradio.noblogs.org/

Gli argomenti:

  • Stiamo sulla pressa e ci martellano ma resistiamo!
    Letture a ruota libera contro green pass e obbligo vaccinale, Stato di
    emergenza e tecnodominio.

Pensieri, musica e parole:
Assemblea permanente contro il carcere e la repressione

Contatti:
liberetutti@autistiche.org

Pubblicato in Autorganizzazione, Capitalismo/ Neoliberismo | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 15 ottobre/ NO GREEN PASS!!!!

Domani 15 ottobre alle ore 10  saremo insieme ad altre compagne e compagni alla manifestazione degli universitar* a piazzale Aldo Moro.

Pubblicato in Autorganizzazione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Le donne che non difende nessuno/Jennifer

Riceviamo e pubblichiamo

Il comunicato che segue è stato  scritto dal gruppo di
supporto per Jennifer, donna trans e sex worker che vive in Francia,
condannata recentemente a 5 anni per aver accoltellato l’uomo che
l’aveva stuprata.
Contiene un resoconto del suo caso e del processo, oltre che un appello
a sostenerla, diffondere la sua storia, fare donazioni e scriverle.
Massimo supporto a chi con l’autodifesa e l’attacco colpisce i propri
oppressori!!

qui il comunicato Jennifer

Pubblicato in Autodifesa femminista, Violenza di genere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Cordata Donne NO PASS!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo!

 

Pubblicato in Autodifesa femminista, Autorganizzazione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

11 ottobre a Milano/ contro la CGIL

https://www.localteam.it/video/milano-contestazioni-cgil-cori-alla-camera-del-lavoro?jwsource=cl

Pubblicato in Lavoro | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

11 ottobre, sciopero generale! L’Oka è Inkazzata!

La variante femminista!

 

qui sotto le altre Oke Inkazzate e qui il pdf per stamparle

Continua a leggere

Pubblicato in Autodifesa femminista, Autorganizzazione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ieri a piazza del Popolo!

Pubblicato in Autorganizzazione, Iniziative ed Eventi | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

9 ottobre 2021/ NO GREEN PASS!

NO AL GREEN PASS/ NO ALLO STATO DI EMERGENZA/ DISERTIAMO LA GUERRA DEL CAPITALE!

Domani 9 ottobre 2021 la coordinamenta femminista e lesbica, insieme a altri compagni e compagne, sarà a piazza del Popolo dalle ore 15 a manifestare contro il Green Pass, i dispositivi emergenziali, il controllo sociale.

Questo il nostro volantino

Pubblicato in Autodifesa femminista, Autorganizzazione, Iniziative ed Eventi | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

FESTA!FESTA!FESTA! la coordinamenta compie 10 anni!

Car* tutt*

La Coordinamenta quest’anno compie dieci anni.

La nostra prima uscita ufficiale è stata l’8 marzo del 2011 con un volantino distribuito alle donne di Roma Nord in cui dichiaravamo, tra tante altre ragioni, di essere femministe perché  «tra noi c’è un legame profondo, perché vogliamo rilassarci e goderci la vita, perchè non confondiamo le conquiste con le “generose” concessioni, perché crediamo che ci sia bisogno di lottare per ottenere ciò che vogliamo e ciò di cui abbiamo bisogno» e auguravamo un «buon 8 marzo a tutte le donne che resistono o che troveranno il coraggio e la voglia di farlo».

Da quel giorno molto è cambiato, dentro e fuori questo gruppo politico; ma con grande fatica abbiamo provato a restare fedeli a quell’assunto di base, insieme alle tante compagne che ci hanno accompagnato per pezzi di strada più o meno lunghi, quelle che fanno parte della nostra storia anche se oggi in alcuni casi sono altrove, e quelle che invece sono ancora qui a difendere con le unghie e con i denti la vita e la felicità che vogliono sottrarci.

Per questi dieci anni abbiamo deciso di fare una festa! il 15 ottobre, dalle 18.00 in poi, a Roma nello spazio libero dell’Orto Insorto, via degli Angeli 140. Per festeggiare la comune necessità di autonomia autodeterminazione autorganizzazione, per condividere la gioia che proviene dallo scegliere la propria parte della storia, per mangiare bere danzare!

Baci a tutt*

Le coordinamente

Pubblicato in Comunicati, Iniziative ed Eventi | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su FESTA!FESTA!FESTA! la coordinamenta compie 10 anni!