Immagina!

La repressione non fermerà le lotte!

La solidarietà è un arma, usiamola!

https://nobordersard.wordpress.com/

Il 28 gennaio si terrà l’udienza per le sorveglianze speciali dei nostri compagni, dopo il rinvio ottenuto a causa dello sciopero del 3 dicembre. Abbiamo un altro mese e mezzo per organizzare la solidarietà nelle più svariate forme che ci possiamo immaginare, per non lasciarli da soli.

I M M A G I N A

<Di non poter più decidere quando uscire o rientrare a casa , come quando eri bambino. Di non poter stare con i tuoi amici e le tue amiche come e quando vuoi. Di non poter più fare l’amore con chi vuoi. Di non poter più andare a bere una birra dove andavi fino a ieri. Che siano altri a decidere chi puoi frequentare. Di non poter più fare il lavoro che ti sei creato e di dovertene trovare uno sotto padrone. Di non poter più esprimere pubblicamente il tuo pensiero né partecipare a qualsiasi lotta. Che estranei possano entrare in casa tua per controllarti a qualsiasi ora della notte. Immagina, insomma, di non avere più il controllo della tua vita e diventare il carceriere di te stesso. Per anni.

Questa è la vita di chi è sotto sorveglianza speciale.>

This entry was posted in Autorganizzazione, Repressione, Territorio, Trasmissione RoR - I Nomi delle cose and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *