Una bella notizia e una riflessione

Op. Ritrovo – Scarcerat* tutt* i/le compagn* prigionier*

Il 30 maggio sono stati scarcerate/i le compagne e i compagni arrestati per l’operazione “Ritrovo”. Rimane l’obbligo di dimora con rientro notturno. E’ caduta l’imputazione per il 270 bis, Stefania,Duccio, Elena, Guido, Martina e Ottavia sono comunque e meno male liberi!!! 

Sempre sabato 30 a Bologna c’è stata una partecipata manifestazione in sostegno e solidarietà delle compagne e dei compagni arrestati. La “sana e democratica” gente di Bologna incarnata nel Resto del Carlino non ha trovato di meglio che inveire contro la manifestazione e quello che salta immediatamente agli occhi è l’uso che viene fatto delle disposizioni anti covid-19 proprio nel chiamare al controllo e alla gestione dell’ordine pubblico. La mascherina…la distanza…gli assembramenti…diventano chiaramente dispositivi normalizzanti e repressivi che fanno passare in secondo piano qualsiasi ragione, rivendicazione, protesta. Smascherare tutto questo e non prestarsi al ricatto del potere diventa una necessità come è una necessità contrastare in tutti i modi possibili il principio e l’uso delle sanzioni amministrative in qualsiasi ambito vengano proposte e applicate. 

This entry was posted in Capitalismo/ Neoliberismo, Repressione and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *